BAADER – Sistema per Proiezione Oculare Classica OPFA-5 per filettatura Zeiss M44

COD: BP2458145 Categorie: , Tag: , , , , ,

 80,00

  • OPFA V – collegamento lato obiettivo: con filettatura esterna M44 x 1, per il collegamento su tutti i telescopi Zeiss con filettatura interna M44
  • Consegna senza oculare di proiezione
  • Per l’imaging con fotocamere digitali e/o analogiche (D)SLR con obiettivo rimovibile
  • Consiste nella versione base OPFA (parti singole vedi OPFA IV) e inoltre lato obiettivo con adattatore Zeiss-M44 (#1508005)

Portaoculari Baader OPFA per la classica proiezione oculare con fotocamere SLR e DSLR

Baader Okularprojektionssysteme (OPFA)

L’OPFA è disponibile con adattatori per la maggior parte dei telescopi, inclusi robusti collegamenti filettati.

OPFA-Systeme für die Okularprojektion

Tutti i possibili adattamenti dei sistemi di proiezione oculare Baader OPFA
Fare clic qui per ingrandire

Ogni OPFA è un set completo di accessori per la fotografia focale e la proiezione dell’oculare (senza oculare di proiezione e senza anello T-2 per la fotocamera) con collegamento al telescopio, focheggiatore scorrevole e 2 tubi di prolunga T-2 da 40 mm. Un anello T-2 adatto per la tua fotocamera deve essere ordinato separatamente.

I nostri sistemi di proiezione OPFA possono essere impostati per essere a tenuta di luce e bulloni, quindi nulla può più oscillare. Con ulteriori tubi di prolunga T-2, è possibile ottenere anche scale di proiezione estreme, anche con telecamere CCD!

Ogni proiezione dell’oculare funziona allo stesso modo, anche se ci sono alcune differenze pratiche se la fotocamera viene utilizzata CON o SENZA obiettivo. Quando si lavora con una fotocamera SLR (digitale), l’obiettivo viene solitamente rimosso e il corpo della fotocamera viene fissato direttamente all’unità di proiezione.

Se l’obiettivo della telecamera è integrato nel sistema, si parla di proiezione afocale. Questo è il metodo abituale quando si scatta con fotocamere digitali con mirino, dove l’obiettivo NON può essere rimosso. Per queste fotocamere, consigliamo l’ADPS, che può essere impostato a breve distanza tra l’oculare e l’obiettivo della fotocamera. Il diagramma seguente mostra la struttura della classica proiezione dell’oculare con fotocamere, dove l’obiettivo può essere rimosso.

Il piano focale o l’immagine focale del telescopio viene proiettato sul sensore della pellicola/fotocamera tramite un oculare di proiezione (simile a un proiettore per diapositive, che proietta la diapositiva ingrandita su uno schermo). La lunghezza focale risultante è detta lunghezza focale equivalente (f E ).

La scala di riproduzione dipende dalla lunghezza focale dell’oculare (f EP ) e dalla distanza di proiezione (a). La lunghezza focale equivalente viene calcolata come segue (più è lunga, più grande diventa l’immagine sulla pellicola):

f_ E = f primario × ((a ÷ f EP ) – 1)

L’effetto dei diversi parametri può essere facilmente visto dalla formula. Se si riduce la lunghezza focale dell’oculare e/o si aumenta la distanza a (tra il punto focale dell’oculare e il sensore/pellicola della fotocamera), il valore della lunghezza focale equivalente (e con essa l’ingrandimento) aumenta; l’immagine si ingrandisce.

Le nostre unità OPFA sono impostate (da destra a sinistra) come nell’esempio seguente

Le parti contrassegnate in blu corrispondono alla versione base OPFA-4, che ha una filettatura T-2 maschio sul lato con la fotocamera e una filettatura T-2 femmina sul lato del telescopio. Ogni OPFA (modello 1-3 e 5-7) ne ha un altro telescope adapter  included in the scope of delivery. In the example, the adapters of OPFA 1 and 2 are shown in green. The parts marked in red are not included in any OPFA!

L’unità parte dal lato del telescopio, cioè sul focheggiatore (a destra). Nell’immagine sono mostrati OPFA-1 (obbiettivo da 1¼”) e OPFA-2 (obbiettivo da 2″). Se il vostro focheggiatore ha un connettore diverso, dovete scegliere tra OPFA-3 e OPFA-7 (es. OPFA-3 per i telescopi Celestron e Meade Schmidt-Cassegrain).

Questo è seguito da un focheggiatore scorrevole con un anello di bloccaggio T-2. L’oculare da 1¼” (non fornito) viene inserito in questo focheggiatore scorrevole e bloccato. La funzione dell’anello di bloccaggio e del focheggiatore scorrevole è descritta di seguito.

Ora, i due tubi di prolunga T-2 da 40 mm sono avvitati sul focheggiatore scorrevole, l’oculare ( sono possibili diametri esterni fino a 38 mm ) sarà all’interno delle estensioni T-2. Le prolunghe servono per impostare la distanza tra oculare e fotocamera (cioè per stabilire la distanza di proiezione). Aggiungendo più estensioni T-2 (vedi il nostro sistema Astro T2) , la distanza (e l’immagine) può essere ingrandita.

L’OPFA è collegato alla fotocamera SLR (digitale) tramite un anello a T specifico per fotocamera (non incluso).

La funzione del focheggiatore scorrevole e dell’anello di bloccaggio

Il focheggiatore scorrevole rende possibile una regolazione fine della distanza di proiezione spingendo leggermente l’oculare in avanti o indietro.

Allentando l’anello di bloccaggio, l’intera unità può essere ruotata in modo continuo, fino a quando la fotocamera collegata non deve essere impostata su un orientamento favorevole. Naturalmente, per i modelli OPFA-1 e OPFA-2 la telecamera può anche essere ruotata con l’unità completa.

Nei modelli da OPFA-3 a OPFA-7, il collegamento dall’OPFA al focheggiatore è un collegamento a vite rigido. Qui, l’orientamento della fotocamera può essere modificato solo tramite l’anello di bloccaggio del focheggiatore scorrevole.