BAADER – Super-Barlow Fluorite Flatfield Converter (FFC)

COD: BP2458200 Categorie: , Tag: , , , ,

 730,00

  • Sistema di lenti alla fluorite apocromatiche multistrato
  • Risoluzione della linea 10 volte superiore rispetto ai migliori oculari di proiezione del mondo
  • L’FFC si adatta a ogni filettatura T-2 e a ogni focheggiatore da 2″.

Baader FFC – Convertitore flatfield 2″ / T-2 alla fluorite

Il CaF 2 Fluorite-Flatfield-Converter può essere combinato con ogni sistema ottico per la fotografia e le osservazioni visive come la migliore e più sofisticata lente di Barlow al mondo

  • lenti apocromatiche, completamente multistrato (nota: con facce delle lenti in fluorite multistrato
  • La risoluzione in linee è 10 volte superiore a quella dei migliori oculari di proiezione
  • L’unica lente di Barlow con due elementi putty che utilizzano vera fluorite di calcio (CaF2). Calcolato per un cerchio dell’immagine di 90 mm, per prestazioni di nitidezza senza compromessi ai tempi delle fotocamere di medio formato. Ancora oggi insuperabile nelle prestazioni di imaging.

Per quasi 20 anni (così come già 20 anni fa) i nostri clienti ci hanno chiesto più e più volte: “Hai una lente di Barlow o un oculare di proiezione – ma con un campo piatto – che può essere utilizzato con fotocamere di medio formato (6×7 Pentax) per fotografare sole, luna e pianeti, ma senza la tipica perdita di nitidezza?”

Questo ci ha infastidito in quei tempi, e finalmente uno dei progettisti degli obiettivi Zeiss APQ ha calcolato il sistema di proiezione definitivo con un campo di immagine piatto nel 1997. Per realizzare effettivamente questo progetto, erano necessari tipi estremi di occhiali. In questo caso, due lenti multistrato alla fluorite – allora e fino ad oggi – un incubo da produrre.

Il risultato è stato un sistema ottico con una nitidezza senza pari, con una risoluzione delle coppie di linee dieci volte superiore rispetto a un oculare Zeiss Abbe. Anche se i giorni delle fotocamere con pellicola in emulsione sono ormai lontani, questo sistema di obiettivi ha continuato a essere “il barlow più nitido mai realizzato”.

Modificando la distanza dal sensore della fotocamera, puoi variare l’ingrandimento tra 3x e 8x. La risoluzione ottimale della linea è impostata su un ingrandimento 4x, quindi si ha la massima nitidezza su un cerchio dell’immagine di 90 mm di diametro. Sull’asse, la nitidezza è limitata solo dal telescopio, anche con un fattore di ingrandimento di 15x. Lo abbiamo testato su un telescopio con lente AstroPhysics. Lentamente, anche l’ampio campo limitato di diffrazione di 90 mm acquisterà nuovamente importanza, con l’avvento di telecamere CMOS ultraveloci e giganti che coprono un campo di 70 mm di diametro.

L’FFC può essere collegato a ogni filettatura T-2 e il suo corpo principale da 2″ si adatta allo stesso modo a ogni morsetto per oculare da 2″. Con l’aiuto del nostro sistema Astro T2™ e del sistema M 68 puoi collegarlo a un intero mondo di telescopi.

Per ottenere i migliori risultati, è necessario mantenere una certa distanza dal punto AF originale. Si prega di dare un’occhiata ai PDF nella sezione Download per informazioni tecniche

Dichiarazione del cliente: L’FFC su un Carl Zeiss APQ 130 – gennaio 2004

Quando osservi e fotografi i pianeti, la potenza e la qualità di ogni parte della catena è molto importante. Il risultato è fortemente influenzato dal design, dal materiale, dalla qualità di lucidatura delle superfici ottiche e dalla massima soppressione della luce diffusa. Anche le piccole ottiche possono quindi fornire ottimi risultati.

Circa due anni fa avevo usato per la prima volta il Fluorit-Flatfield-Converter di Baader e ne sono rimasto positivamente sorpreso. Potrei ottenere un contrasto e una risoluzione migliori con la Baader FFC rispetto alle normali lenti di Barlow di buona qualità.

Uso il sistema di proiezione con ingrandimento fino a 8x per scattare foto dei pianeti. Questa è una configurazione piuttosto lunga e anche il prezzo sembra alto. Ma ne vale la pena se dai un’occhiata alla qualità costruttiva e ai risultati ottenibili. Durante l’opposizione su Marte nel 2003 ho potuto scattare alcune immagini con l’APQ 130 e l’FFC. Per un telescopio così piccolo, penso che siano davvero buoni!

Cordiali saluti,
dottor Harald Michaelis

COME UTILIZZARE I SISTEMI OTTICI CAF 2 . AVVISO FFC SULLA POSSIBILE PERDITA DELLA GARANZIA:

Il Baader-FFC contiene lenti realizzate in vero cristallo di fluorite di calcio. CaF 2 ha un’impressionante rifrazione che consente la costruzione del sistema di lenti definitivo in grado di fornire un’incredibile quantità di nitidezza su una gamma spettrale molto ampia. Nessun altro modello di lente di Barlow può combinare una nitidezza simile con un’immagine così grande.

Sfortunatamente, ottiche così sofisticate sono molto sensibili alla tensione causata dalle differenze di temperatura.

In nessun caso il CaF 2 deve essere esposto a sbalzi di temperatura improvvisi o elevati. Non usarlo per fotografare il sole : i rapidi e forti sbalzi di temperatura potrebbero distruggere le lenti Fluorit. I difetti causati da stress termico possono essere rilevati e misurati qui internamente e sono espressamente esclusi dalla garanzia.

Evitare anche rapidi cambiamenti di temperatura durante l’osservazione notturna/l’imaging. Non usare mai lenti alla fluorite (soprattutto non nella lente frontale di un telescopio) a -20°C e poi all’improvviso metterlo nel tuo salotto a +20°C o più! In tal caso, è possibile rilevare anche il conseguente forte stress termico, quando le lenti finiscono per essere danneggiate.

Ogni ottica CaF 2 ha bisogno di tempo per adattarsi alla temperatura circostante. Per fare ciò, ad esempio portare il sistema ottico all’esterno in una scatola isolata e lasciarlo raffreddare all’interno di quella scatola per un’ora. Tieni la scatola chiusa ma all’esterno. Dopo la sessione di imaging, rimetti l’FFC nella stessa scatola e lascia che si riscaldi gradualmente all’interno di quella scatola mentre lo porti all’interno della casa. Tienilo lì per almeno un’ora fino a quando non apri la scatola e controlla che l’umidità possa asciugarsi.

Si prega di non utilizzare l’FFC, se non è possibile fornire l’ambiente e il tempo, per trattare questo sistema ottico di fascia alta nel modo richiesto.

Le lenti Baader Barlow in sintesi

Con attualmente cinque diverse lenti di Barlow nella gamma di prodotti di Baader Planetarium, non è facile tenere traccia di quale modello soddisfi la funzione migliore.

Fluorite Flatfield Converter (FFC) / 3x-8x (#2458200 , € 730 ) Campo visivo di 90 mm anche per fotocamere di medio formato – qualità senza compromessi anche per ingrandimenti estremi.

Guadagno della messa a fuoco: a seconda della configurazione circa 1,5-2,6 cm

Obiettivo Carl Zeiss 1¼” Abbe Barlow 2x (#1603321 , € 477 ) Leggendaria qualità Zeiss per il comune intervallo di ingrandimento compreso tra 2x e 3x (con estensioni T-2 aggiuntive). Con connessione T-2 per fotocamere o morsetti per oculari. La soluzione qualitativamente equivalente al Fluorite FFC quando si desidera una dimensione di campo più piccola e un post-ingrandimento più piccolo.

Guadagno della messa a fuoco: circa 3 cm

Lente di Barlow modulare VIP 2x, visuale e fotografica (#2406101 , € 228 ) Lente di Barlow versatile per ingrandimenti da 2x, per l’uso con fotocamere (tramite filettatura T-2) e oculari. Calcolato per una diagonale dell’immagine di 35 mm (formato completo). Con ulteriori estensioni T-2 può essere utilizzato anche per fattori di ingrandimento leggermente superiori.

Guadagno della messa a fuoco a 2x: ca. 3,3 cm

Baader Q-Barlow 1.3x/ 2.25x (#2956185 , € 55 ) Lente di Barlow economica e di altissima qualità per il campo di ingrandimento inferiore: oltre ad essere utilizzata come una normale lente di Barlow con morsetto per oculare (con fattore 2,25x), l’elemento di Barlow può essere utilizzato anche come gruppo di lenti negative se avvitato direttamente in ( quasi) tutti i manicotti dell’oculare o direttamente davanti a una fotocamera con filettatura del filtro da 1,25″ e quindi fornisce un ingrandimento inferiore di circa 1,3x. Ideale per adattare una moderna fotocamera planetaria alla risoluzione di un telescopio con lunghezza focale già lunga. Prerequisito: è necessario nessun altro elemento nel nasello che impedirebbe l’avvitamento del gruppo di lenti Q-Barlow lungo circa 13 mm.

Guadagno della messa a fuoco a 2,25x: circa 0,4 cm

Lente di Barlow Hyperion Zoom 2.25x (#2956180 , € 133 ) Appositamente progettato per l’oculare Hyperion Zoom, si adatta anche alla filettatura del filtro di altri oculari.Con l’adattatore T-2 incluso, può essere utilizzato anche direttamente sulle fotocamere; fornisce circa 2,7x a una distanza di lavoro di 55 mm e circa 2,3x a 25 mm.

Guadagno della messa a fuoco: circa 1,1 cm

Maggiori informazioni, immagini risultati…

… può essere trovato sul nostro dettagliato post sul blog:

 

BAADER BLOGPOST:
LENTI DI BARLOW, I LORO FATTORI DI INGRANDIMENTO E LE DISTANZE DI LAVORO

 

 

 

BAADER BLOGPOST:
LA FOTOCAMERA DAVANTI ALL’OCULARE

 

 

 

BAADER BLOGPOST:
LA SERIE DI OCULARI DEL BAADER PLANETARIUM